Estate 2018

Ginevra & Lancillotto

Sta finendo l’estate, è un momento abbastanza triste per tutti. Si torna nelle proprie classi, uffici, nella propria quotidianità invernale. C’è chi ci torna più carico che mai, spinto dai bei momenti passati in famiglia o in amicizia, cullato dal ricordo di una cena con in propri cari e chi dalla sfocata immagine di un’ubriacata di gruppo. Alcune menti rattristate dal rimpianto di aver mancato anche quest’anno la meta vacanziera tanto agognata, altre rinforzate da molteplici avventure vissute all’estero, magari in paesi esotici o nordici. Insomma ognuno di noi ha una storia da raccontare sui fatidici tre afosissimi mesi appena passati. In questo nuovo e inatteso articolo spetta a me il compito di esporvi i miei. Non lo farò solo attraverso le parole, le quali non possono mostrarvi con integrità i luoghi o le vicende vissute, no per questo motivo chiamo in aiuto il potere dell’immagine, o meglio, delle foto…

View original post 544 altre parole

Annunci

L’arrivo del GGG

Scendo da cavallo, slaccio il sottopancia e mi rendo conto che forse è arrivata l’ora di comprarne uno nuovo. è troppo piccolo per lui, ha bisogno di un paio di misure in più per stare tranquillo. Lo conduco con passo veloce in doccia, apro l’acqua tiepida e indirizzo il getto sulla sabbia che ha attecchito allo zoccolo.

“Samnat! Ciao gigante, ecco un po’ di carote per te, che bravo che sei”

Sento mia madre mentre si avvicina al sauro che sto pulendo.

Sono già passati quattro mesi dal suo arrivo. Viene dal Piemonte e con un’altezza che sfiora i 187cm al garrese il Grande Gigante Gentile intimorisce un po’ a prima vista.

“Tienine alcune per Vittorio o si ingelosirà, sai com’è”

Vittorio7, al momento si trova in un altro maneggio, sono passati un po’ di mesi da quando ha iniziato a godersi il suo riposo. è più stallone che mai adesso, corre alla conquista delle giumente più contese del prato, avendole tutte ai suoi piedi, ovvio.

Alla fine tornerà sempre da me. Infatti appena la convalescenza sarà finita e tornerà in piena forma l’aspetta una nuova avventura tra un ostacolo e l’altro.

Per adesso l’obiettivo è imparare a conoscere meglio l’Immenso e chissà magari un giorno consolidare ancora una volta un binomio vincente. Ci attende tanto di quel lavoro, ma sono sicura che il sudore che ci bagna entrambi oggi si trasformerà in grandi soddisfazioni domani. Siamo pronti a metterci in gioco.

IMG_1801.jpg

La nostra notte magica

” Non ti capiterà mai più di vincere una gara del genere da sconosciuta “

Sono state queste le parole del mio istruttore al termine del primo fine settimana di gare con il 1° Grado.

Inauguriamo il traguardo del 1° Grado sui campi dell’Equiconfor a Cerveteri con una C115 portandoci a casa 8 pen. (pensandoci bene le 15 non facevano più per noi…). Per chiudere in bellezza la prima giornata di gare (Venerdì 15 Luglio 2016) Gian ci fa partire direttamente nella mia prima C125  che sarebbe cominciata a seguire… 4* Classificati! Non smetterò mai di ringraziare il mio Vittorio per tutte le emozioni che mi fa provare e i traguardi che raggiungiamo insieme.

Sabato 16 Luglio 2016,  è arrivata la nostra notte magica…

Il tutto comincia con la mia prima C120 nella quale io e Vittorio ci piazziamo all’ 8* posto.

Poi… al calare del sole, con il campo illuminato esclusivamente da alti fari, circondato da un pubblico trepidante e impaziente di godersi lo spettacolo, inizia la gara clou dell’intero concorso.

Si dia inizio alle 6 Barriere 1° Grado!

In questa tipologia di gara, i binomi iscritti dovranno affrontare una serie di sei salti crescenti in altezza a distanza di due falcate l’uno dall’altro senza abbattere nessuna barriera. I concorrenti in grado di superare il percorso base (composto in questo caso da cinque salti il cui ultimo vanta un’altezza di 1,35m) parteciperanno al 1° barrage (1,45m) e così via fino ad arrivare all’altezza massima consentita per i cavalieri di 1° Grado che è di 1,60m.

Non ho mai vissuto niente di simile e penso che non accadrà mai più. Sono stata in campo prova con cavalieri seniores che montano con il 1° Grado da molto tempo e vincono categorie come le 130 o 135. Eravamo io e Vittorio i nuovi arrivati, gli sconosciuti che nessuno considerava.

Qualche salto, la gabbia e via, tocca a noi affrontare il percorso base (1,35m).

DSC_5468.jpg

2 cavalieri hanno fatto 4 pen.

In assoluto il più difficile da superare. Forse perché dovevamo capire entrambi come funzionava e sciogliere il ghiaccio, ma nonostante la falcata in più fatta per affrontare il quarto salto le barriere sono rimaste tutte al loro posto.

1° barrage (1,45m).

DSC_5511.jpg

2 cavalieri hanno fatto 4 pen. e 1 viene eliminato.

Il cuore è saltato con noi nel momento in cui l’ultima barriera si è mossa per un secondo ma è rimasta su.

2° barrage (1,55m) il pubblico cominciava a scaldarsi e i più curiosi anche a osservarci in campo prova nell’attesa del nostro momento.

DSC_5572.jpg

2 cavalieri hanno fatto  4 pen.

Adrenalina al massimo e Vittorio super carico! La barriera ancora una volta non viene sfiorata.

3° e ultimo barrage (1,60m altezza massima consentita ai patentati di 1° Grado)

Eravamo in 3… i migliori tra i 10 partenti di questa spettacolare categoria.

L’orgoglio mi mangiava, era sicuramente il risultato più importante mai raggiunto fino a quel momento… poi avviene la magia…DSC_5613.jpg

Vittorio 7 e Ginevra Alberta.

 

http://www.fise-lazio.it/index.php?option=com_content&view=article&id=4855%3Aequiconfor-poltrona-per-due-nella-sei-barriere&catid=135%3Asalto-ostacoli&Itemid=11

 

Dressage, Eddy & Jai Bratton

è incredibile il fatto che mi ritrovo proprio ora a scrivere di un’esperienza vissuta esattamente un mese fa.

Il 26-27 Marzo io e Eddy eravamo insieme nel rettangolo bianco di San Nicola con l’obiettivo di ricevere i punti sufficienti per prendere le firme obbligatorie che servono al conseguimento del primo grado.

Ma tutto è cominciato esattamente cinque giorni prima, il 21 Marzo, cioè il primo giorno che ho montato Eddy.

Sella nuova (da dressage), modo di montare completamente diverso e Jai Bratton (colui che in una settimana ha saputo catapultarmi nel mondo del dressage facendomelo amare in ogni sua sfaccettatura).

Dopo dolori a muscoli di cui prima non sapevo l’esistenza, soddisfazioni per transizioni venute decentemente e arrabbiature per quelle inguardabili, dopo ogni lezione esemplare ricevuta dall’imponente campione Eddy e dopo quelle altrettanto esemplari ma allo stesso tempo leggere e divertenti del grande campione Jai, finalmente ero pronta per andare in gara.

Un’esperienza che non dimenticherò mai.

7 giorni di fuoco, di tanto e duro lavoro, 7 giorni di disciplina ferrea, di precisione ma anche di risate, di soddisfazioni che mi hanno portato rapidamente ad affrontare e apprezzare a 360° questa disciplina.

Alla fine le firme le ho prese, ma niente è paragonabile a ciò che mi hanno dato questi 7 giorni.

7 come il numero che è tornato a farmi compagnia subito dopo …Vittorio7.

 

 

Come ho già fatto in campo vorrei ora tornare a ringraziare il grande Jai Bratton per tutto quello che ha fatto per me!

 

Grazie anche a:

Vittoria! Per avermi dato la possibilità di montare il maestoso Eddy,

Benedetto! Per le immancabili risate,

Gian Filippo! Per la sua presenza rassicurante anche in quest’avventura

e Josephine! Per tutto l’aiuto che mi hai dato e soprattutto per la sua speciale amicizia.

Dressage 1_ridotta

27/03/2016

Grazie Eddy!

Il traguardo si avvicina

Proprio così, il traguardo si sta avvicinando. Quale traguardo? vi starete chiedendo, beh il primo di tanti che continuo ad inseguire e che un giorno raggiungerò, sto parlando del primo grado. Proprio lui, il più famigerato tra i traguardi. Per quale motivo si sta avvicinando? Per il semplice fatto che qualche giorno fa, esattamente il 14 di questo mese mi sono tolta un dente.

Okay no!

Intendevo che mi sono tolta lo step più noioso di tutti: l’esame!

Adesso mi aspettano altri salti: ostacoli, tronchi e di livello 😉

Per  il momento mi limito a mettere in ordine la selleria e portare i cavalli della mia scuderia in giostra e nei paddock. Tutto grazie allo stage che  la scuola permette, agli studenti dal terzo anno in poi, di seguire.
image

Le soddisfazioni non finiscono mai

Ormai i “grazie” si sprecano, diventano scontati, banali e perdono di significato. Ma tu lo sai il bene che ti voglio ❤ Mi fido di te.

Sabato 05/03/2016
C115 PRIMI CLASSIFICATI
E110 TERZI CLASSIFICATI
Domenica 06/03/2016
E110 PRIMI CLASSIFICATI
C115

image
image

image

Grazie per tutte le soddisfazioni che mi dai. Sono orgogliosa e fiera di noi 💙

image

Ho preparato un video con tutti i percorsi di questo fine settimana, spero vi piaccia 🙂

Novità

Scrivo questo post per informarvi che ho probabilmente trovato il modo per tenere sempre ben aggiornato questo blog.
Fino a qualche giorno fa ero in possesso di un cellulare che con internet non aveva un bel rapporto, nel senso che anche volendo non era di ingrado di connettersi come si deve. Adesso invece penso di aver trovato lo smartphone giusto per me: veloce, con schermo grande e ottima connessione internet. 😍
È con grande onore che vi informo di molte novità accadute in questo frangente di tempo in cui sono stata poco attiva.
~ Ho cambiato maneggio: ho seguito Gian (il mio istruttore) in questo cambio che per fortuna si è rivelato un bene per tutti.
~ Mia sorella ha ricominciato a montare: lei non ha mai amato il salto ostacoli e in questo nuovo maneggio ha trovato pane per i suoi denti. Ora monta spagnoli e lusitani imparando il dressage.
~ Adesso come saprete Vittorio è mio 💙
Ma non sapete un passaggio importante… un fatto di cui anche io sono venuta a conoscenza dopo: mio padre qualche giorno fa mi disse che in realtà Vittorio è mio dal primo giorno che è arrivato al maneggio, cioè è arrivato al maneggio proprio perché papà l’aveva comprato… e io non sapevo nulla di tutto questo. Vittorio è mio dal 20 dicembre 2014!!!

image

~ Il 31 ottobre ho vinto una 110!

image

image

E ho fatto eliminato alla mia prima 115…
~ Da oggi con il mio nuovo cellulare mi impegnerò a pubblicare molto più spesso, novità, foto mie e di Vitty, esperienze varie e se riesco anche notizie del mondo del salto ostacoli 😉

Caro Vittorio 💙

Finalmente sei mio.
Ogni paura, ogni incubo… gli ho detto addio.
Dal quel giorno al Kay Kay, ne passammo di tutti i colori.
Siamo cambiati, siamo cresciuti, maturati, ma un fattore comune ci distingue da tutti gli altri: noi siamo e saremo sempre liberi, insieme.
Le prime cadute, i primi spaventi, le sgroppate, le impennate, gli scarti, le soddisfazioni, i salti più belli, le gare vinte, quelle perse.
Le litigate che ho affrontato per te, il tempo in cui non ti ho potuto vedere, i pianti quando ti ho rivisto.
Le coccole, le polo e le volte che mi hai pestato i piedi.
Prima due diamanti grezzi su cui poche persone credevano, adesso un binomio forte e unito.
Ho sempre pensato che io e te stiamo così bene insieme perché siamo entrambi testardi, carismatici, liberi, imprevedibili, diversi, emotivi, professionali, concentrati, maturi e buoni, per questo ci capiamo.
Le avventure vissute insieme ci hanno reso quello che siamo.
Dai campionati regionali ho imparato a conoscerti veramente, quell’esperienza unica ci ha cambiati, da quel momento ho capito che non avrei più potuto fare a meno di te.
Il 31 Ottobre 2015 il mio sogno più grande si è avverato, ho potuto vederti con occhi diversi, appannati dalle lacrime.
Da quel giorno la nostra vita è cambiata, adesso comincia la vera avventura e non vedo l’ora di vivere ogni singolo momento insieme a te per scrivere nuovi ricordi e provare nuove emozioni.
Grazie di essere sempre lo stesso, grazie per avermi aiutata a crescere e a maturare più di chiunque altro, grazie per essere arrivato così timido e altezzoso quel giorno al ma
neggio e grazie per essere ancora qui oggi al mio fianco.
Grazie di tutto Vittorio 7!

Con infinito amore,
La tua amica Ginevra

image

💙V💙

Sfogo post-antibiotico: vero amore

Non so bene cosa mi passi per la mente in questo momento, ma ho avuto talmente tanti imprevisti in così poco tempo che non so più cosa aspettarmi.
Sono pronta ad affrontare una marea di cose tutte contemporaneamente. Per fortuna una è già andata perché ho appena finito di prendere l’antibiotico, ho fatto le analisi del sangue e passato ben quattro notti con non meno di quaranta di febbre in crescita e, devo ammetterlo, non è stato per niente facile.
Ho dovuto lasciare per un po’ di tempo la cosa che amo di più al mondo: Vittorio 7 e l’equitazione, non me lo posso proprio perdonare, anche se non dipende da  me. Ho una voglia pazzesca di passare giornate intere con lui. ❤
Però in questi giorni non ho fatto altro che pensare ad una persona in particolare, ancora mi chiedo se sia amore o colpa della febbre alta.
Mi manca il suo sguardo che mi guarda, il suoi occhi timidi ma curiosi, il suo carattere troppo particolare da decifrare, la sua voce ma soprattutto la sua presenza che, come se avesse un effetto camomilla su di me, tranquillizza e rilassa ogni mio muscolo sciogliendo ogni futile tensione.
Quando manca, ogni preoccupazione e pensiero negativo vengono a galla facendomi sentire sempre la persona sbagliata al momento sbagliato. Solo l’equitazione è in grado di tirare fuori dal mio gracile corpo emozioni e comportamenti che non pensavo mi appartenessero.
Sprizzo grinta, sicurezza e tranquillità da tutti i pori come se nessuno potesse mai farmi del male, come se fossi la persona più forte del mondo pronta ad affrontare ogni genere di difficoltà con la spinta giusta.
Non posso farci niente, finisco sempre col parlare d’equitazione ❤

11407310_1085600581454263_5132437341537136962_n

Una vittoria e una sconfitta

Lo scorso fine settimana ho partecipato a ben due percorsi al C.I. Casale di San Nicola.

Ho fatto una B100, che poi ho vinto insieme a Vittorio, e una B110, nella quale invece sono caduta.

Sono cose che capitano, posso dire però di non voler ripetere più simili errori, cioè quello di fare una girata stretta non aspettandolo e lasciandogli le redini troppo lunghe. Ormai lo conosco avrei dovuto saperlo, ma immagino che certi istinti vengano con l’esperienza.

Comunque una coppa e una coccarda me li sono portati a casa ed è la prima vittoria insieme a Vittorio

B100 PRIMI CLASSIFICATI

B110

Vi pubblico anche un video che feci molto tempo fa. Il primo percorso insieme a Vittorio

Campionati regionali, esperienze e si va avanti

Sinceramente non pensavo di arrivare a questi livelli così velocemente o almeno non pensavo di avere qualche possibilità gareggiando a dei campionati regionali.

Ho imparato molte cose in quei tre giorni alla Caserma dei Lancieri di Montebello.

Ho capito quanto in realtà sono in grado di fare e che quando le cose non vanno proprio come ci aspettiamo che vadano è inutile disperarsi e piangersi addosso, bisogna accettarlo e imparare dai propri errori, per poi essere certi di non ripeterli più.

Prima di iscrivermi ai campionati ho partecipato a due gare un giorno dietro l’altro per vedere se ero veramente in grado di affrontare una simile esperienza.

La prima gara è stata una categoria a stile, cioè il tempo non ha importanza, quello che conta è come ti presenti e con quanta tecnica affronti il percorso e gli ostacoli. Ed ecco come l’ho affrontata:

La seconda gara invece era a barrage consecutivo:

Finalmente arrivarono i regionali! Vi posto qualche video e foto per farvi capire quanto sono stati belli per me, perché le parole non bastano!

WARM-UP

DSCN5294

DSCN5316

GIORNO DI LEZIONE

DSC_0456

PRIMO GIORNO DI GARE: B105 4 PEN. 34° SU 82

DSC_0573

DSC_0699

SECONDO GIORNO DI GARE: B105 0 PEN. 8° SU 82

DSC_0837

DSC_0959

TERZO GIORNO DI GARE: 8 PEN. 17° SU 82

Ed ecco le foto ufficiali di tutti e tre i percorsi!

giorno1_pic01 giorno1_pic02 giorno2_pic01 giorno2_pic02 giorno2_pic03 giorno2_pic04 giorno2_pic05 giorno2_pic06 giorno2_pic07 giorno3_pic01 giorno3_pic02 giorno3_pic03

Ecco com’è stato il mio campionato, per non parlare delle risate insieme ai miei amici, dei momenti emozionanti con la coccarda in mano e i momenti con Vittorio, io e lui soli ma insieme. Ho avuto modo di conoscerlo fino in fondo, grazie a questa esperienza siamo diventati una vera e propria squadra, un BINOMIO ❤

LIEBSTER AWARD!

Non me lo aspettavo, ma è successo.

Grazie a IL CORTILE DI DIANA per avermi nominata

REGOLE DEL PREMIO:

  • Ringraziare il blog che ti ha nominato.
  • Rispondere a 10 domande.
  • Scegliere 10 blog da nominare.
  • Porre 10 domande.
  • Comunicare la nomina ai 10 blog scelti

LE MIE RISPOSTE:

  • Qual è il libro più triste che hai letto?

Novecento di Baricco

  • E quello più allegro?

Geronimo Stilton

  • Sei soddisfatto/a del tuo blog?

Abbastanza, se avessi più tempo libero sarebbe ancora meglio 🙂

  • Vorresti cambiare qualcosa?

Niente

  • Questa frase che sentimenti ti suscita”LEGGERE DISTINGUE L’UOMO DALL’ANIMALE”?

è una grande ricchezza la possibilità di leggere, ma non tutti la comprendono

  • Cosa faresti se il tuo blog perdesse il suo successo?

Continuerei comunque a scrivere, il successo va e viene e non so ancora cosa vuol dire averne ^^

  • Come ti sentiresti?

Come adesso

  • Secondo te è importante aprire un blog?

Ognuno di noi dovrebbe farlo, è un modo per farsi conoscere e conoscere meglio se stessi. Anche anonimi.

  • Qual è il tema principale dei tuoi articoli?

L’equitazione! E le mie esperienza in questo mondo immenso

  • Ti capita mai, leggendo,di immedesimarti in un personaggio?

Si molte volte, in cose anche piccole

LE MIE 10 DOMANDE:

  1. Pratichi sport?
  2. Se si, quale? Se no, ne vorresti praticare uno?
  3. Ti piacciono i cavalli?
  4. Ami la natura?
  5. Di cosa parla il tuo blog?
  6. Sei fiera di te stesso/a?
  7. Vorresti essere qualcun’altro/a?
  8. Il tuo sogno nel cassetto?
  9. La tua colonna sonora quando scrivi?
  10. Qual’è la tua musa?

I MIEI 10 NOMINATI:

Allora premetto che non conosco molti blog italiani, non ne seguo e ho a malapena il tempo per il mio. Quindi nominerò un paio che seguo ed altri che cercherò via internet e perdonatemi se nomino blog che sono già stati nominati.

  1. CUANDOS Il Mio Cavallo Freak
  2. SimonaScaroni
  3. Spirit In The Night
  4. La Pagina Di Nonnatuttua
  5. Il Blog Del Mestiere Di Scrivere
  6. Il Blog Di Costanza Miriano
  7. Il Dilettevole Dilettarsi Del Dilettante
  8. Goccedirugiada88 Blog
  9. Martina Focosi
  10. Marco Monteverdi

Un campione nell’anima

Ancora non ci credo, non ho realizzato quanto è successo ieri.

Ero pronta ad una scarica d’ansia pre-gara dalla sera precedente l’evento e invece non è arrivata mai, anzi ero piuttosto tranquilla e sicura di me, cosa che non mi capita spesso, soprattutto ultimamente…

Devo essere sincera ma all’inizio pensavo che Vittorio si sarebbe spaventato a vedere tutte quelle persone, la musica e la campanella d’inizio, invece…

Appena arrivato il van a San Nicola (il maneggio nel quale si sarebbe tenuta la gara)  ho cominciato subito a prepararlo di corsa perché dovevamo andare in campo prova per prepararci alla B80 non a tempo. In campo prova sembrava calmo e addirittura sereno, come se stare lì gli facesse piacere. Un paio di salti e ho sentito il mio nome all’altoparlante, non ho avuto neanche il tempo di togliermi la giacca del maneggio e ci ho gareggiato, per fortuna nessuno se n’è accorto e insieme, io e Vittorio abbiamo terminato il percorso con un bel netto!

Incredibile ma vero, non mi sono mai sentita così bene e soddisfatta di un risultato, anche essendo solo una B80 quella gara valeva molto di più per me. è stata la mia prima gara insieme a Vittorio e scusate se ripeto così tante volte il suo nome ma non posso farne a meno!

Un campione nell’anima perché quel cavallo ha davvero un potenziale da vendere, penso che sono poche le persone che credevano in lui fin dall’inizio ma ora nessuno deve avere più dubbi sul fatto che è un grande cavallo che promette tanto!

Dopo questa soddisfazione abbiamo deciso di provare a fare una gara seriamente e puntando un po’ più in alto, una B100 a tempo era quello che ci voleva.

Campo prova, un paio di salti e via in gara, di nuovo! Questa volta senza giacca del maneggio però.

Modestia a parte, siamo stati bravissimi, sopra ogni aspettativa anche la mia! ❤

B100 San Nicola, Vittorio 7 (1) T B100 San Nicola, Vittorio 7 (2) TB100 San Nicola, Vittorio 7 (3) TB100 San Nicola, Vittorio 7 (4) TB100 San Nicola, Vittorio 7 T

Un mio amico mi ha fatto un pronostico sul risultato che avrei potuto avere, ha detto che sarei stata di sicuro tra i primi sei, ovviamente sarei potuta essere terza come sesta.

Una volta finita la gara ecco che la giuria ha annunciato la classifica definitiva:

Al primo posto… ???

Al secondo posto… Ginevra Alb**** e Vittorio 7!!!

Ho saltato di gioia, non ci potevo credere e penso che nessuno dei presenti come me ci credeva, è stato un premio per lo sforzo di tutti gli allenamenti fatti ogni giorno per questa gara!

DSC03697

L’importante è sapersi rialzare

Non pensavo che avrei scritto un altro articolo dopo tutto questo tempo, sembra ieri quando ho pubblicato il post precedente e invece sono successe tantissime cose.

Per prima cosa vi devo aggiornare sul mio progresso per quanto riguarda le gare, visto che è stato l’ultimo argomento che abbiamo trattato.

A distanza di due settimane dalla prima gara ecco che se ne propose subito un’altra, questa volta per mia sorpresa saltai in una B100 organizzata al Circolo Ippico San Nicola. A differenza della prima, quella volta provai un po’ più di tensione, forse per il fatto che non conoscevo per niente il maneggio, non saprei veramente dire. Ma per fortuna andò bene, e tornai a casa con 4 penalità sul primo ostacolo. Non ci volle molto che arrivò per me anche una terza competizione, sempre a San Nicola, quella volta avevamo intenzione di provare sia una B100 che una B110, l’altezza per Foxhound non sarebbe stata un problema visto che lui è abituato a saltare molto più alto.

Prima di salire a cavallo indossai la mia giacca da gara nuova… non avevo idea di cosa volesse significare, fino a quando una mia amica mi raccontò la “leggenda” delle cose nuove.

“Mai indossare in gara cose nuove, tanto meno la giaccia, se prima non la si è sporcata con un po’ di terra…”

Non saprei come chiamarlo… destino? Spavento? Superstizione? Oppure solo coincidenze?

Fatto sta che appena entrai in campo gara ebbi il tempo solo di saltare il primo ostacolo che durante il secondo, non sapendo come, caddi insieme a Foxhound rotolando lontana dal salto…

IMG_0048_2

Ne io ne lui ci facemmo male, controllai con uno sguardo le zampe per vedere se gli era successo qualcosa ma era tutto a posto, mi feci dare una mano per risalire in sella e uscii dal campo con lo sguardo basso. Non mi importava tanto della gara, piuttosto ero preoccupata per Fox e avevo paura di aver deluso Gian Filippo che mi guardava serio controllando anche lui le condizioni del cavallo. Appena uscita mi guardò e mi chiese se me la sentivo di fare anche la B110 e io senza alcun indugio risposi di si! La decisione migliore che potessi prendere.

Tornai in capo prova con ancora un po’ di sabbia addosso, saltai un paio d’ostacoli ed ecco che già toccava a me.

Meno emozionata di prima e con molta meno tensione al suono della campanella partii in un galoppo vivace pronta a fare finalmente il mio percorso.

Uscii dal campo più soddisfatta che mai sentendo il commentatore e giudice annunciare che il binomio Alb**** Ginevra e Foxhound erano in testa alla classifica provvisoria!!

Con mio stupore la classifica non cambiò e arrivai alla premiazione pronta a prendere il primo premio con un sorriso ingenuo e orgoglioso!

IMG_0121 IMG_0122 IMG_0123 IMG_0124 IMG_0125 IMG_0126 IMG_0127

IMG_0138 IMG_0139

Passò un po’ di tempo e non andai più in gara, ma in compenso al maneggio arrivò un cavallo nuovo, si chiama Vittorio 7 figlio di Corland, ha il manto grigio ed un carattere piuttosto vivace, attirò subito l’attenzione di tutti e ovviamente anche la mia, non vedevo l’ora di montarlo e per fortuna non ho dovuto aspettare molto…

Ecco a voi Vittorio 7 da Corland!

IMG_0046_2

All’inizio non fu facile perché sono sempre stata abituata a montare cavalli con un carattere docile e tranquillo, invece lui era molto arzillo e spaventato dal cambiamento quindi scappava da tutte le parti correndo ovunque. Mi ci volle un po’ ma ora mi sono abituata ai suoi attacchi di gioia ed euforia! Ho imparato a divertirmi anche io e a lasciarlo correre…

Ma quando si tratta di saltare è imbattibile, ha un movimento curvo e una spinta inimitabili che mi fanno impazzire anche se, come dice il mio istruttore, è un cavallo che va “montato” davvero.

IMG_0028 IMG_0045_2  IMG_0019IMG_0049_2

Ho sentito subito una certa sintonia, lui mi ha insegnato più di chiunque altro insieme a Gian Filippo e ora ci troviamo molto bene insieme, tanto che domani, domenica 15 marzo si torna insieme sui campi di gara! ❤

IMG_0051IMG_0039

Prima gara, che emozione

Proprio così, questa domenica sommersi dalla luce del sole splendente e abbracciati dall’umidità della mattina io e gli altri eravamo in preda ai preparativi per la prima gara che stavo per affrontare…

Diversamente da quello che mi aspettavo non ero agitata o demotivata, anzi ero piuttosto concentrata e silenziosa. Foxhound era in perfetta forma e sprizzava bellezza e lucentezza da tutti i pori. Sella in groppa e via verso il campo prova che si era riempito di un’atmosfera tesa e poco rilassante. Trotto, galoppo e qualche salto che già toccava a noi, non provavo niente, mi ero come annullata e non facevo altro che pensare al percorso, perché la mia paura più grande è sempre stata quella di scordarmi gli ostacoli da saltare…

Entrai in campo al passo, mi avvicinai all’inizio del percorso e appena suonata la campanella partimmo al galoppo.

Salto dopo salto, ostacolo dopo ostacolo… fine del percorso. NETTO!

Non ho avuto neanche il tempo per capire cosa mi stava succedendo intorno che iniziò la premiazione a cavallo.

Essendo una gara di 80 cm non a tempo i vincitori vennero sorteggiati dai giudici. Il prima posto va a … Il secondo… Il terzo classifico è… ero io, IO!

Ringraziai i giudici e presi la coccarda con un sorriso stampato in volto, non me lo aspettavo proprio!

Ho preparato anche un piccolo video da mostrarvi, spero vi piaccia!

Anche qualche foto! ^^

DSC02482 DSC02483 DSC02484 DSC02486 DSC02487 DSC02489 DSC_6311_ridotta DSC_6327_ridotta DSC_6332_ridotta DSC_6334_ridotta

Nuovo C.I. e Campo Prova

Nuovo C.I. e Campo Prova?? Ormai non cercate neanche più di capire cosa voglio dire con i miei Titoli! Lo so che sono incomprensibili letti così ma aspettate di arrivare alla fine dell’ articolo.

Ebbene si, non è tempo di gare per me visto che è già la seconda volta che ne salto una, sapete come è andata con la prima, ma la seconda posso assicurarvi che non l’ho potuta fare per motivi meno gravi, anzi, non ho potuto partecipare per un motivo validissimo e importantissimo! Abbiamo lasciato le Scuderie per trasferirci in un’altro Centro Ippico, tranquilli non ho dovuto salutare nessuno. Infatti ci siamo trasferiti tutti come una grande famiglia!

Un luogo senza eguali, immerso nella natura, gode di un paesaggio unico nel suo genere. Con docce, box, paddock, un campo molto grande e un campo coltivabile dove galoppare liberamente, è la casa accogliente, dall’odore di casa che tutti gli amanti dei cavalli sognerebbero di trovare! Io ce l’ho fatta e insieme agli amici di sempre che sono la compagnia migliore che potessi desiderare ❤

Come vi ho detto era il momento sbagliato per cimentarsi in una gara.

Ma il mio carattere curioso mi ha permesso di andare perlomeno a vedere di cosa si trattava. Ho assistito ai percorsi degli altri concorrenti, sono andata ad accarezzare gli altri cavalli nel box come di rito e sono andata a vedere il mio luogo preferito… il Campo Prova! Lo so di essere strana per questo ma lì posso vedere come davvero montano i partecipanti, studiare i loro caratteri e soprattutto ammirare i cavalli da più vicino <
Non ce la facevo davvero più, ero al limite. Vedere tutti che vanno a cavallo e che saltano è una tortura… Per fortuna, solo il tempo di mandare un messaggio al mio istruttore, che anche io ero al maneggio in sella ❤️ non smetterò mai di ringraziarlo!

IMG_0523-0.JPGIMG_0524-0.JPG

IMG_0525-0.JPG

Un weekend sotto shock!

Come avete passato il fine settimana? Avete montato, fatto gare? Io avrei dovuto farne una ma una serie di imprevisti me l’ha impedito. Non che io ne sia particolarmente dispiaciuta, perché ci sarà un’altra occasione. Ora vi racconto come mai questo week-end non è stato uno dei migliori!

Tutto è cominciato tre giorni prima della gara di questa domenica.
Ero a scuola, durante l’ora di educazione fisica, avevamo appena cominciato a fare qualche palleggio per riscaldarci quando all’improvviso prendo male la palla e rischio una micro frattura al dito anulare della mano sinistra… Il giorno dopo, appena finiti gli allenamenti per la gara con un dito inutilizzabile, il van che avrebbe dovuto portare i cavalli al maneggio non parte presentando qualche guasto improvviso… Alla gara ormai persa però un’altro brutto episodio ha preoccupato l’intera scuderia: una caduta durante il percorso.

Quando si dice partire con il piede sbagliato!

Pagina facebook

Come potevo non creare una pagina facebook in onore del mio blog? Non potevo assolutamente, quindi eccola QUI!

Non potete perderla assolutamente, anche perché sarà sempre aggiornata con notizie, foto stupende, video emozionanti e le mie avventure in sella. In poche parole una versione più aggiornata del blog! Ma non perdetelo di vista  perché non perderà colpi, infatti verrà aggiornato con almeno un paio di articoli al mese, ogni articolo sarà poi condiviso in pagina, quindi se non avete un account #WordPress a cui fare appello per seguire il blog, basta cliccare “mi piace” alla pagina Facebook!

Indico anche qui un piccolo “concorso” per “Il nickname perfetto” da usare in Pagina, mi raccomando, tirate fuori belle idee 😉

Il migliore, che verrà scelto da me, oppure il più votato sarà quello ufficiale che userò, tranquilli non dovete sforzarvi tanto per niente! Infatti il vincitore potrà scegliere tra svariati “premi” ❤ tra cui:

-Foto rara originale

-Admin della pagina facebook insieme a me

-Essere nominato nei ringraziamenti nei miei futuri video YouTube

Avete capito bene! Dopo aver visto la fulminea crescita di traffico internet sia sul blog che in pagina, ho deciso di aprire un canale YouTube dove condividere con voi Vlog al maneggio, video in cui monto e per indire piccoli concorsi con premi ❤

fatemi sapere che ne pensate dell’idea 😉

Tornando a noi…

“Le vacanze stanno per terminare” ecco la frase che, pur essendo vera, nessuno vorrebbe mai sentire, compresa me!

La scuola sta per cominciare, i compiti delle vacanze ci guardano con aria di sfida per farci sentire in colpa per non averli iniziati prima e il caldo estivo piano, piano sta lasciando il posto al venticello autunnale.

Ma non temete! Perché il maneggio è sempre aperto, i cavalli pronti a nuove sfide e il campo attende solo voi! Inizia il periodo delle gare, quindi dateci dentro! Ricordate che contro tutte le cose brutte ce n’è sempre una buona ad aspettarci 😉

Buon inizio a tutti lavoratori, studenti e animali e al prossimo articolo ❤

IMG_8488 IMG_8492 IMG_8489

Una marea di roba

Sono passati circa venti giorni dall’ultimo articolo e non ho mai avuto così tante cose da scrivere!!

Durante la vacanza in Sardegna che ho fatto dal 12 al 20 ho avuto l’occasione di partecipare a ben due passeggiate lungo la costa.

La prima passeggiata è stata, più che altro, per conoscere i cavalli e godersi il totalmente nuovo panorama. Tutta al passo, al contrario di quello che molti potrebbero pensare, non è stata per niente noiosa, anzi! Siamo passati in mezzo a case, spiagge, rosse e perfino in mezzo alla vasta macchia mediterranea con il solo scopo di raggiungere il Faro (famoso Resort del posto). Dopo una piccola pausa per far riprendere fiato ai cavalli e per ammirare più da vicino la bellezza del luogo, con foto a paesaggi mai visti prima, ci siamo rimessi in cammino, questa volta, per il ritorno in scuderia. 

Ma le sorprese non finiscono mica qui! Infatti, la seconda volta che abbiamo fatto capolino al maneggio, ad attenderci c’era una passeggiata da tutt’altra parte. Abbiamo riattraversato case e passati sulla spiaggia, ma questa volta con una compagnia in più molto gradita… i fenicotteri! Durante il percorso abbiamo visto scogliere, mare infinito e un paesaggio mozzafiato! Il trotto di certo non è mancato e il galoppo è stata una bella sorpresa per un’ amazzone da maneggio come me… Sopra i sassi, in salita su un sentiero in collina e cinque cavalli prendono il via in una corsa sfrenata senza riserva. Con sassi che volavano e il paesaggio intorno a te che sfumava veloce come nei film, finalmente siamo riusciti a raggiungere la cima. Durante il rientro la caduta non è certo mancata! Niente di speciale, una semplice scivolata. Ero in una piccola discesa di sabbia, il cavallo fa un paio di tempi al galoppo e subito scarta come se ci fosse un ostacolo enorme o come se si fosse spaventato, io ovviamente mi sono retta con le gambe, ma cosa puoi fare se il cavallo si toglie letteralmente da sotto di te? Cadi come una pera cotta… xD Ed è proprio quello che ho fatto! Ovviamente non è successo niente di grave, solo una piccola botta sull’osso sacro che speravo passasse subito. 

Dopo essere finalmente rientrata a Roma, dai “miei” cavalli e dal “mio” maneggio, una bellissima sorpresa era qui ad attendermi! 

Sono salita in macchina pronta a scegliere un paio di guanti decenti per evitare altri graffi inutili alle mani ma non avevo ancora idea di quello con cui sarei tornata a casa…

Ora ho i miei nuovi guanti neri in pelle e… il nuovo modello di stivali Tattini neri in pelle solo per me!! ❤ 

Non mi sarei aspettata niente del genere, ho sempre avuto gli stivali neri di plastica di Decatlon, ma ora è proprio tutta un’altra cosa!

La prima lezione dopo le vacanze fu la migliore che avessi mai fatto!! Con Venica, la cavalla in vendita, ho saltato ostacoli mai prima d’ora saltati e ho provato sensazioni nuove e bellissime. 

Due giorni dopo, dopo una piccola passeggiata senza successo, un’altra bellissima sorpresa aspettava solo che scendessi dalla sella. Feci girare Foxhound per la prima volta nel tondino! Ero emozionata come una bambina il giorno di Natale! Come se non bastasse, il mio istruttore (Gianfilippo) mi stupì con le sue parole. 

-Bhe? Montalo no?!- 

Quelle poche parole mi riempirono il cuore, era troppo bello per essere vero! Ho montato a pelo Foxhound nel tondino facendo anche qualche tempo di trotto, certo non è stato facile, ma ero talmente emozionata da non rendermene conto!

Insomma in questi giorni le emozioni non sono mancate! La cosa che mi ha stupito e che mi rende orgogliosa più di tutte è il fatto di esser riuscita a convincere mio padre a comprarmi UN CAVALLO TUTTO MIOOO!!! E la prova è il semplice fatto che da ieri ho una sella, nera e leggera tutta mia! ;D

Se, cari lettori, avete letto fino a questo punto vuol dire che avete una grande pazienza! Ho dovuto scrivere di molti argomenti in un solo articolo che spero vi sia piaciuto. 

P.S. A breve allegherò le foto scattate in tutte quante le occasioni! 😉

Longines Global Champions Tour 2014 – Anversa

Si alza il sipario su Anversa, primo leg della nona edizione del Longines Global Champions Tour.
La formula 1 dello show jumping internazionale sarà ospitata ad Anversa per la prima volta, dal 24 al 27 aprile 2014.
Palcoscenico del primo appuntamento con il prestigioso evento milionario, sarà la “rive gauche” del fiume Scheldt, una location unica, creata all’ombra delle storiche e solenni gru portuali a fare da scenografia, emblema del patrimonio commerciale della ricca cittadina delle Fiandre.
Il Belgio è da sempre la patria e il cuore degli sport equestri, così Anversa diventa la perfetta sede prescelta per inaugurare la nuova “extended edition” del Campionato.
La stagione 2014 vedrà i 30 migliori cavalieri del pianeta e i loro incredibili performer pronti a tagliare il nastro d partenza dell’esclusivo evento a 5 stelle.
I big e le giovani promesse dell’universo del salto ostacoli faranno la loro parte, lottando per aggiudicarsi il primo LGCT Grand Prix, che rivelerà l’anteprima della ranking provvisoria del circuito fino alla tappa di Madrid.
Il Tour più glamour al mondo sta per decollare…per fare il giro del pianeta, naturalmente in prima classe … quindi allacciate le cinture di sicurezza e godetevi lo show!

fonte: ClassHorseTV

Cavallo del giorno

Black Jack

Cornet Obolensky – Heraldik xx – Grando

Bellissimo cavallo e bravo, devo ammettere che ho un debole per i morelli ^^

razza  Westfalen
 manto morello
 nato  2006
 garrese  167 cm
 indirizzo  salto ostacoli
 tasso di monta
seme fresco
 € 1.000 + IVA 10%

Cornet Obolenksy x Heraldik xx
due leader della genetica mondiale

Dopo i successi ottenuti nel 2011 in concorsi di categoria M* e M** Black Jack si riafferma nel 2012 con la vittoria a Riesenbeck della qualifica per il Bundeschampionat, il campionato riservato ai giovani cavalli. Prosegue la promettente carriera nel 2013 che lo vede vittorioso nella categoria dei Youngster a Eschweiler e raggiungendo ottimi piazzamenti in gare di livello S.

Black Jack, stupendo stallone morello della scuderia di Ludger Beerbaum, era uno degli highlights della Körung Westfalen nel 2008. Deve il suo modello sportivo e l’espressione nobile al padre morello Heraldik xx, uno dei più importanti razzatori psi degli ultimi anni nel salto ostacoli. Da anni Heraldik xx guida inoltre la classifica dei migliori riproduttori mondiali nel completo.

I figli di Black Jack sono molto ricercati. Black Jack è ciò che si definisce uno stallone nobilizzatore, dando in eredità non solo il suo portamento elegante e il suo carisma, ma anche notevole qualità al salto, ottime andature ed alta cavalcabilità. I primi figli si presentano sotto la sella in modo assai promettente.

Il padre di Black Jack, Cornet Obolensky, è uno dei migliori cavalli di Marco Kutscher. Insieme hanno vinto innumerevoli titoli prestigiosi, fra l’altro l’oro europeo (squadra). Come pochi Cornet Obolensky ha influenzato l’allevamento salto tedesco recente, dando vita a più di 60 stalloni approvati nei vari stud book tedeschi, molti di loro vincitori della loro annata. Tra questi spiccano Comme il Faut, Cristallo I e Cristallo II.

Il padre materno Heraldik xx ha gareggiato con successo in concorsi internazionali di categoria S. Da anni si colloca in cima alla classifica WBFSH dei migliori riproduttori mondiali nel completo. Esempi lampanti della sua qualità in riproduzione sono i campioni olimpionici Butts Abraxxas e Butts Leon, Happy Times, Tabasco e FBW Halunke. Heraldik è padre materno di La Biosthetique Sam FBW, l’imbattibile campione olimpionico, mondiale e europeo.

In terza generazione segue Grando, figlio Oldenburg di Grannus, che ha dato prova della sua bravura nello sport internazionale. Grannus è padre di numerosi cavalli importanti, ma non solo. Anche come padre materno è responsabile di alcuni dei pedigree più prestigiosi nel mondo del salto ostacoli come quelli di For Pleasure, Sandro Boy, The Sixth Sense e Special Ed.

Fonte: equine-evolution.com

Black Jack da Cornet Obolenksy e Heraldik xx stallone salto di Ludger Beerbaum della Equine Evolution

Blakc Jack da Heraldik xx e Cornet Obolenksy stallone salto di Ludger Beerbaum della Equine Evolution

Black Jack da Heraldik xx e Cornet Obolenksy stallone salto di Ludger Beerbaum della Equine Evolution

Black Jack Da Cornet Obolensky e Heraldik xx stallone salto di Ludger Beerbaum della Equine Evolution

Black Jack da Cornet Obolenksy e Heraldik xx stallone salto di Ludger Beerbaum della Equine Evolution

Blakc Jack da Heraldik xx e Cornet Obolenksy stallone salto di Ludger Beerbaum della Equine Evolution

 

Black Jack da Cornet Obolenksy e Heraldik xx stallone salto di Ludger Beerbaum della Equine Evolution

Black Jack da Cornet Obolenksy e Heraldik xx stallone salto di Ludger Beerbaum della Equine Evolution

Black Jack da Heraldik xx e Cornet Obolenksy stallone salto di Ludger Beerbaum della Equine Evolution

 

Video

Passeggiata in campagna

Come vi avevo già anticipato nell’articolo in cui parlavo delle passeggiate all’Argentario, il 21 Luglio sono andata a fare una passeggiata nei pressi del maneggio.

Appena arrivata sono corsa da Foxhound per strigliarlo e sellarlo, dopo tutto ciò, e qualche minuto in sella ad aspettare il resto del gruppo, siamo partiti per esplorare quella zona a me sconosciuta. Penso che tutti in quel gruppo sapessero la strada e il percorso, io ero l’unica a non sapere dove stessimo andando ma la sorpresa non è stata certo male, anzi… mi sono goduta a pieno tutto il percorso. Tra balle di fieno in prati enormi senza confine, sentieri stretti e ripidi da affrontare con coraggio e destrezza, boschi incontaminati con tronchi pieni di muschio e piccoli ruscelli che hanno innervosito  tutti i cavalli che per evitare di bagnarsi li hanno saltati. L’avventura non mancò di certo e nemmeno gli animali visto che durante il percorso ho avvistato ben due animali selvatici, una volpe e un enorme procione grigio e marrone che attraversava il bosco.

Una volta tornati in scuderia  il divertimento non era ancora finito, anzi…  Mi sono rimboccata le maniche, preso spazzola e shampoo e mi sono divertita come una matta a insaponare Foxhound con tutti i modi che conoscevo. L’ho lavato per bene ben due volte, strigliato, spazzolato, tolto i nodi a criniera e coda, pulito gli zoccoli e… messo i box con acqua, cibo e carota per ringraziamento!! Essendo la prima volta che facevo un bagno tanto completo ad un cavallo di certo non ho potuto fare a meno di bagnarmi e insaponarmi per bene!  è stata una giornata bellissima e ho conosciuto tante belle persone!! Magari in un secondo articolo parlerò anche di loro! Per adesso vi pubblico alcune foto fatte quel giorno e un piccolo video girato da me con il cellulare, in sella… scusate se è venuto un po’ mosso, non è stato facile riprendere!! ^^

 

Ginevra & Venica Ginevra & Fox image (1) image (2) image

 

 

Cavaliere del giorno

Oggi condivido con voi l’intervista andata in onda su Class Horse Tv a Jane Richard! Io personalmente sono riuscita a vederla in TV, fatemi sapere se anche voi l’avete vista, ma non vi preoccupate perché, come vedete ho condiviso il link! Vedetela e fatemi sapere i vostri pareri su, opinioni personali, modo di fare, tecniche di allenamento ecc. Aspetto i vostri commenti! Intanto rivediamo insieme chi è Jane Richard Philips e cosa fa.

A casa di Jane Richard in onda su ClassHorseTV.

Età: 31

2014 Ranking

2013 Ranking

2014 Ranking

2013 Ranking

Event Horse Rank Points Video
Madrid 2013 Pablo de Virton 24 0.00
Hamburg 2013 Upanisad di San Patrignano 36 0.00
Wiesbaden 2013 Pablo de Virton 10 27.00
London 2013 Upanisad di San Patrignano 40 0.00
Cannes 2013 Pablo de Virton 5 32.00
Monaco 2013 Pablo de Virton 18 19.00
Estoril 2013 Quister de Guldenboom 43 0.00
Chantilly 2013 Pablo de Virton 5 32.00
Valkenswaard 2013 Pablo de Virton 21 0.00
Lausanne 2013 Pablo de Virton 35 0.00
Vienna 2013 Pablo de Virton 45 0.00
Doha 2013 Pablo de Virton 7 30.00
Total 16 140.00
Prize Money € 9.500,00

2014 Season

Competition Rank EUR Video
Cascais, Estoril
Class 04: Cascais 2014 CSI5* 1.60m 10 4,500
Class 03: Cascais 2014 CSI5* 1.45/1.50m 4 2,400
Class 02: Cascais 2014 CSI5* 1.50m 25 0
Class 01: Cascais 2014 CSI5* 1.45m 7 720
Paris
Class 15: Paris 2014 CSI5* 1.50/1.55 m 34 0
Class 11: Paris 2014 CSI5* 1.60m 19 0
Class 09: Paris 2014 CSI5* 1.45/1.50m 4 2,500
Class 06: Paris 2014 CSI5* 1.50m 30 0
Class 04: Paris 2014 CSI5* Six Bar 8 650
Class 01: Paris 2014 CSI5* 1.45 m 4 500
Monaco
Class VII: Monaco 2014 Pro Am 10 500
Class 05: Monaco CSI5* 1.60m 27 0
Class 04: Monaco CSI5* 1.45/1.50m 9 480
Class 03: Monaco CSI5* 1.50/1.55m 32 0
Class 02: Monaco CSI5* 1.50/1.55m 22 0
Class 01: Monaco CSI5* 1.45m 21 0
Cannes
Class 14: Cannes 2014 CSI5* 1.60m 29 0
Class 13: Cannes 2014 CSI5* 1.50m 40 0
Class 09: Cannes 2014 CSI5* 1.50m 19 0
Class 05: Cannes 2014 CSI5* 1.50m 20 0
Class 04: Cannes 2014 CSI5* 1.45m 2 1,000
Shanghai
Class 06: Shanghai 2014 CSI5* 1.50/1.55m 13 0
Class 05: Shanghai 2014 CSI5* 1.45/1.50m 14 0
Class 04: Shanghai 2014 CSI5* 1.60m 30 0
Class 03: Shanghai 2014 CSI5* 1.45/1.50m 7 826
Class 02: Shanghai 2014 CSI5* 1.50m 8 6,777
Class 01: Shanghai 2014 CSI5* 1.45m 1 1,693
Madrid
Class 15: Madrid 2014 CSI5* 1.55m 6 2,745
Class 10: Madrid 2014 CSI5* 1.60m 13 3,200
Class 05: Madrid 2014 CSI5* 1.50m 34 0
Class 04: Madrid 2014 CSI5* 1.45m 5 600
Antwerp
Class 05: Antwerp 2014 CSI5* 1.60m 20 0
Class 04: Antwerp 2014 CSI5* 1.45m 5 1,680
Class 03: Antwerp 2014 CSI5* 1.50/1.55m 38 0
Class 02: Antwerp 2014 CSI5* 1.50/1.55m 14 0
Class 01: Antwerp 2014 CSI5* 1.40/1.45m 43 0
Overall season
29th place in GCT Ranking
Total prize Money € 30,271.18

2013 Season

Competition Rank EUR Video
Doha
Class 11: Doha 2013 CSI5* 1.60 m 7 9,000
Class 10: Doha 2013 CSI2* 1.50 m 34 0
Class 07: Doha 2013 CSI5* 1.50/1.55 m 16 0
Class 04: Doha 2013 CSI5* 1.50/1.55 m 38 0
Class 03: Doha 2013 CSI5* 1.45 m 5 300
Vienna
Class 05: Vienna 2013 CSI5* 1.45 m 10 470
Class 04: Vienna 2013 CSI5* 1.60 m 45 0
Class 03: Vienna 2013 CSI5* 1.50m 36 0
Class 01:Vienna 2013 CSI5* 1.45 m 4 500
Class 01:Vienna 2013 CSI5* 1.45 m 52 0
Lausanne
Class 14: Lausanne 2013 CSI5* 1.60 m 35 0
Class 09: Lausanne 2013 CSI5* 1.50/1.55 m 10 1,770
Class 05: Lausanne 2013 CSI5* 1.50 m 14 0
Class 04: Lausanne 2013 CSI5* 1.45 m 2 1,000
Valkenswaard
Class 05: Valkenswaard 2013 CSI5* 1.50 m 17 0
Class 04: Valkenswaard 2013 CSI5* 1.60 m 21 0
Class 02: Valkenswaard 2013 CSI5* 1.50 m 7 1,770
Class 01: Valkenswaard 2013 CSI5* 1.45 m 6 225
Chantilly
Class 06: Chantilly 2013 CSI5* 1.45 m 2 11,800
Class 04: Chantilly 2013 CSI5* 1.60 m 5 17,100
Class 02: Chantilly 2013 CSI5* 1.50 m 39 0
Class 01: Chantilly 2013 CSI5* 1.40/1.45 m 7 200
Estoril
Class 10: Estoril 2013 CSI5* 1.60 m 43 0
Class 09: Estoril 2013 CSI5* 1.45 m 13 0
Class 06: Estoril 2013 CSI5* 1.50 m 40 0
Class 03: Estoril 2013 CSI5* 1.45 m 8 588
Monaco
Class VII: Monte-Carlo 2013 Pro Am 4 2,500
Class 05: Monte-Carlo 2013 CSI5* 1.60 m 18 1,425
Class 04: Monte-Carlo 2013 CSI5* 1.45/1.50 m 25 0
Class 03: Monte-Carlo 2013 CSI5* 1.50 m 9 1,180
Class 02: Monte-Carlo 2013 CSI5* 1.50 m 35 0
Class 01: Monte-Carlo 2013 CSI5* 1.45 m 22 0
Cannes
Class 14: Grand Prix of Cannes 2013 5 17,100
Class 13: Cannes 2013 CSI5* 1.45/1.50 m 4 2,350
Class 09: Cannes 2013 CSI5* 1.50 m 11 590
Class 05: Cannes 2013 CSI5* 1.50 m 6 1,058
Class 04: Cannes 2013 CSI5* 1.45 m 19 0
London
Class 08: London 2013 CSI5* 1.50/1.60 m 19 0
Class 07: London 2013 CSI5* 1.45 m 13 0
Class 06: London 2013 CSI5* 1.60 m 40 0
Class 05: London 2013 CSI5* 1.45 m 21 0
Class 04: London 2013 CSI5* 1.50 m 23 0
Class 03: London 2013 CSI5* 1.45/1.50 m 50 0
Class 02: London 2013 CSI5* 1.45/1.50 m 26 0
Class 01: London 2013 CSI5* 1.45 m 27 0
Wiesbaden
Class 18: Wiesbaden 2013 CSI5* Six Bars 3 1,068
Class 3: Wiesbaden 2013 CSI5* 1.60 m 10 4,275
Class 2: Wiesbaden 2013 CSI5* 1.45 m 27 0
Class 1: Wiesbaden 2013 CSI5* 1.45 m 4 2,350
Hamburg
Class 7: Hamburg 2013 CSI5* 1.60 m 36 0
Class 4: Hamburg 2013 CSI3* 1.50 m 31 0
Class 3: Hamburg 2013 CSI5* 1.55 m 13 0
Class 2: Hamburg 2013 CSI3* 1.45 m 42 0
Class 1: Hamburg 2013 CSI5* 1.40 m 6 300
Class 1: Hamburg 2013 CSI5* 1.40 m 101 0
Madrid
Class 15: Madrid 2013 CSI5* 1.55 m 8 1,475
Class 10: Madrid 2013 CSI5* 1.60 m 24 0
Class 5: Madrid 2013 CSI5* 1.50 m 10 470
Class 4: Madrid 2013 CSI5* 1.45 m 4 1,000
Overall season
16th place in GCT Ranking € 9,500.00
Total prize Money € 91,363.00

 

Svizzera Jane Richard Philips è nata a Evilard, Svizzera.

Nessuno della sua famiglia andava a cavallo così ha iniziato a montare solo da adolescente.

A sedici anni, Jane saltò nel suo primo Gran Premio in Rosental prima di andare a competere come parte della Junior svizzera e giovani squadre Rider.

Jane si è allenata, con la Germania Willi Melliger, di Switerland Pius Schwizer e degli Stati Uniti George Morris.

Nel 2006 si trasferisce in Italia per le scuderie del marito Ignace Philips.

Molto feiro di lei, quando si è classificata 14 ° nella Coppa del Mondo Finale FEI nel 2010.

Jane è stata incredibilmente attiva sul circuito internazionale da quando è tornata in sella dopo la nascita del suo primo figlio nel 2011.

La sua ambizione è quella di competere alle Olimpiadi.

Fast Facts

Jane è stata una Longines ambasciatore di eleganza dal 2003

Studiato Sport ed Economia presso l’Università

Sposata al collega pilota Ignace Philips, hanno un figlio di nome Noah e si stabiliscono in Italia

Jane si classifica al 5° posto a Cannes e Chantilly durante il Tour 2013

Jane parla quattro lingue e il suo eroe è Marcus Fuchs

Ha studiato Sports Administration presso l’Università

Jane ha partecipato al Tour nel 2013

Video: http://www.youtube.com/watch?v=vGoYRa1c-_E

Fonte: globalchampionstour.com

View image on TwitterView image on Twitter

View image on Twitter

Un posto al sole

Che bontà! Una bella bistecca davanti agli occhi ben condita è proprio quello che ci voleva! Però ho la sensazione di trovarmi sdraiata… faccio per alzarmi e…

BUUM! Santissimi numi che botta!! mi sono resa contro che non ero al ristorante ma sdraiata su un lettino al mare, senza ombrellone. La cosa su cui sbatté la mia testa era il parasole dei lettini e la buonissima carne… erano le mie gambe che si stavano cuocendo a puntino sotto il sole cocente  sopra di noi.  Stavo all’Argentario. Il mare era una cosa stupenda, limpido ma davvero freddo. L’acqua fino a 10m dalla riva era alta quanto un chihuahua. Ma il difetto più grande è che essendo così pulita è ricolma di sale! No! Ricolma è dire poco. Tanto piena che, quando sono andata al ristorante della spiaggia per pranzare, mi misi un vestitino sopra al costume bagnato che si bagnò anch’esso. Quando si asciugò vidi una spiacevole sorpresa… Era completamente schiarito nei punti in cui si era bagnato! Riposa in pace…

Tranne questa piccola sventura è stata una bella giornata, piena di sale, acqua, sole, racchettoni, sale, acqua, sole,  pallavolo, sale, acqua e sole!

Mentre ci godevamo tutto quello che ci poteva offrire il posto, mio padre mi raccontò delle passeggiate a cavallo che si organizzano lì. Per interi giorni si tutto il giro del luogo, si passa per l’acqua e si galoppa sulla spiaggia, come nei film! Appena sentito ho subito avuto voglia di salire in sella e farmi una bella passeggiata! Desiderio che verrà esaudito oggi, con una passeggiata che parte dal maneggio dove monto.

Info. Passeggiate all’Argentario:

  •  informazione se volete fare anche voi una passeggiata all’Argentario.

Ci troviamo al confine del Parco Naturale della Maremma, famoso per l’ambiente ancora incontaminato e per le sue bellezze naturalistiche, immerso in un paesaggio selvaggio veramente unico che sicuramente vi farà emozionare e prendere coscienza del vostro spirito ambientalista.

  • Maneggio che organizza passeggiate all’Argentario.

A tutti coloro che preferiscono un contatto più stretto con la selvaggia natura maremmana offriamo la possibilità di passeggiate da un minimo di un ora fino al massimo di una o più giornate con guide ed accompagnatori esperti. I trekking sono aperti a tutti, bambini e adulti, esperti o principianti.

 

Cavallo del giorno

             Dancier

   Dressagista garante per top-price
   figlio di De Niro – Donnerhall

 razza  Hannover 
 manto  morello
 nato  2002 
 garrese  166 cm
 indirizzo  dressage
 tasso di monta
 seme fresco
 € 1.000 (incl. IVA)

Questo stallone morello, figlio del grande De Niro e nipote del „godfather of dressage“ Donnerhall, non è solo un eccezionale atleta, ma un riproduttore che genera cifre da record. 

Nel 2004 vince la sua Körung Hannover per poi vincere il performance test con l’eccezionale indice dressage di 158,46 punti. Vince nel 2006 il prestigioso Stenglin-Preis e raggiunge la finale del Bundeschampionat, l’argento al Hannoveraner Reitpferdechampionat e il bronzo al Bundeschampionat. Nel 2008 sotto la sella del suo trainer Wolfhard Witte della scuderia statale Hannover di Celle si qualifica nuovamente per la finale del Bundeschampionat. A tutt’oggi, malgrado la sua intensa attività da riproduttore, vanta numerosi successi fino a livello S. Georges. 

Alquanto impressionante è anche la sua performance in riproduzione, non solo per la quantità di figli premiati e stalloni approvati, ma anche per la loro qualità e la richiesta di mercato che hanno suscitato. Mentre fornisce top price che superano gli € 300.000 già alle aste Hannover del 2011 e 2012 con i figli De l’Or e Danciano, il vero record viene stabilito alle aste PSI di Paul Schockemöhle nel dicembre del 2012: Suo figlio Don Nobless viene battuto all’asta all’eccezionale prezzo di € 1,2 milioni.  

Dancier oggi si colloca nell’esclusivo club dei top 1% migliori stalloni dressage in Germania. È un rappresentante della linea D, la stessa del capostipite Donnerhall, che domina lo scenario dressage tedesco. Basti pensare che la squadra tedesca che ha conquistato la medaglia d’argento alle Olimpiadi di Londra era esclusivamente in sella a cavalli di Donnerhall:  Diva Royal (da Don Frederico – Donnerhall), Damon Hill (da Donnerhall) e Desperados(da De Niro – Donnerhall). 

Il padre di Dancier è De Niro, il leader della classifica WBFSH che valuta a livello mondiale tutti i riproduttori da dressage, famoso per la sua propensione alla raccolta e l’alta cavalcabilità. 

La madre di Dancier porta il prestigioso sangue di Lauries Crusador xx, primo stallone psi proclamato Hannover  dell’anno, e fautore della linea L del Hannover, della quale fa parte anche Lemony’s Nicket, battuto all’asta a € 900.000, prezzo record nella storia delle aste di uno stud book in Germania. Lauries Crusador xx e i suoi discendenti sono sinonimo di eleganza, intelligenza, espressività, incollatura, sportività e leggerezza nei movimenti. 

Il secondo padre materno è Espri, figlio del capostipite Eiger (stallone Hannover dell’Anno nel 1999) e padre di Escudo I (stallone Hannover dell’Anno nel 2009). Espri rappresenta i classici valori Hannover quali  innata indole sportiva, instancabilità e voglia di vincere.  

Superfluo sottolineare i movimenti sublimi di Dancier. È un cavallo compatto con un potente posteriore in grado di accollarsi comodamente il peso del corpo negli esercizi da dressage. Trasmette con grande affidabilità il suo manto morello e un ottimo carattere con estrema cavalcabilità. 

Clicca qui per condizioni, approvato Sella Italiano.

Fonte: equine-evolution.com

 

Dancier da De Niro Donnerhall stallone da monta dressage Hannover Equine Evolution

Dancier da De Niro Donnerhall stallone da monta dressage Hannover Equine Evolution

Dancier da De Niro Donnerhall stallone da monta dressage Hannover Equine Evolution

Dancier da De Niro Donnerhall stallone da monta dressage Hannover Equine Evolution

Dancier da De Niro Donnerhall stallone da monta dressage Hannover Equine Evolution

Dancier da De Niro Donnerhall stallone da monta dressage Hannover Equine Evolution

Dancier da De Niro Donnerhall stallone da monta dressage Hannover Equine Evolution

Dancier da De Niro Donnerhall stallone da monta dressage Hannover Equine Evolution

 

Il cavallo del giorno

Sorpresi? anche io! Oggi ho deciso, finalmente, di rendere più attivo questo blog, con più informazioni sul mondo dell’equitazione, il cavallo del giorno e una categoria new entry … : Il cavaliere del giorno! ❤ Sono felice di aver ripreso ad essere attiva come prima. Adesso ho il tempo e l’ispirazione per farlo, spero di non deludervi ancora una volta ^_^ 

Oggi inauguro il primo, dopo tanto tempo, del cavallo del giorno che sarà…

 

  Chaman – Ludger Beerbaum

           binomio leader della classifica FN tedesca
 
Chaman e Ludger Beerbaum – il binomio che guida la classifica salto della FN tedesca. Poche sono le piazze che non hanno ancora visto gareggiare i due poliglotti insieme. 

Chaman si impone nello scenario internazionale prima sotto le
sella di Luciana Diniz e nel 2010 entra a far parte della scuderia
di Ludger Beerbaum. Nel 2011 competono con successo a
s’Hertogenbosch (CSI5*), Hamburg (CSI5*), Rio de Janeiro
(CSI5*), Paderborn(CSI3*), Paris (CSI5*), Basel (CSI5*) e
Donaueschingen (CSI3*). Si guadagnano punti alle tappe di 
Vigo, Bordeaux e Ginevra del Rolex FEI World Cup e vincono a
Wiesbaden (CSI4*), Aachen(CSI5*) e San Patrignano (CSI5*).
Ottimi anche i risultati nel Global Champions Tour a in Doha,
Hamburg, Estoril e Vienna. 

Segue un brillante 2012 alla caccia di punti nel World Cup alle
tappe di Zürich, Bordeaux, Göteborg, Lyon e Verona. Il
dreamteam Beerbaum – Chaman si colloca in cima al podio a
Dortmund, Valkenswaard, Münster, Rio de Janeiro e Hannover.
Altri piazzamenti importanti a Basilea, Parigi, Roma, Rotterdam,
Aachen e Vienna nonché alle tappe di Estoril, Valkenswaard e
Lausanne nel seno del Global Champions Tour. Per farla breve, 
nella FEI WBFSH World Ranking List – Jumping Horse alla fine del 2013 Chaman si colloca al secondo posto a livello mondiale.

Chaman è uno stallone dall’indole sportiva, insanguato al punto
giusto, come i grandi campi di gara oggi lo esigono, e dotato di
proverbiale cavalcabilità. Il cuore sportivo lo ha avuto in 
eredità da suo padre, l’eccezionale Baloubet du Rouet,
attualmente leader della classifica riproduttori salto della 
WBFSH. Baloubet du Rouet è il cavallo che ha regalato
innumerevoli soddisfazioni a Rodrigo Pessoa, fra i quali spicca
l’oro individuale alle Olimpiadi di Atene. Di razza sella francese,
discende attraverso suo padre Galoubet dal grande Almé Z,
sicuramente il più importante chef de race del moderno stud 
book francese. Almé Z è padre di I Love You (vedi sotto) e di
Jalisco B, padre dell’Olimpionico Epsom Gesmeray e di Quidam de Revel, che a sua volta è il nonno di Zinedine e il padre del campione della Körung Holstein 2012 Quvee Prestige). Almé Z inoltre è il padre materno della leggendaria Ratina Z, madre diComme il faut e ha dato vita alla linea A Holstein, oggi portata avanti dall’eccezionale Acodetto .

Almé Z si ritrova quindi anche nella linea materna di Chaman, in
qualità di nonno di sua madre. Quest’ultima è figlia di I love 
You, fra l’altro sotto la bandiera degli USA vincitore del World
Cup di Vienna 1983 e nel 1984 “horse of the year” e 
vicecampione della Coppa del Mondo a Goteborg. Da 
sottolineare che I Love You è presente in terza generazione 
nel pedigree di Cascadello II, lo stallone Holstein battuto
all’asta al top price, alla somma di € 450.000. Ad arricchire 
il DNA di Chaman infine il prestigioso psi Lucky Boy xx.

Chaman è un atleta geniale al salto, con una tecnica che non ha uguali, sempre attento, sempre disponibile e dotato di grande intelligenza e coraggio. Dispone di un’ampia falcata, grande velocità, ottima bascula e controllo al salto.  Morfologicamente ben proporzionato, ottima schiena e incollatura, e dal fisico decisamente possente. 

Percorre da recente la doppia carriera, ossia  quella agonistica e quella riproduttiva in parallelo. Il momento giusto quindi , per puntare su questa nuova proposta della stazione di monta Beerbaum: Vista  la performance sportiva di Chaman e dato che il suo pedigree contiene il meglio e il più affermato che il Selle Français abbia da offrire, in riproduzione Chaman è una scommessa già vinta.

Fonte: equine-evolution.com

stallone Chaman da Baloubet du Rouet di Ludger Beerbaum salto ostacoli Equine Evolution stalloni tedeschi

stallone Chaman da Baloubet du Rouet di Ludger Beerbaum salto ostacoli Equine Evolution stalloni tedeschi

stallone Chaman da Baloubet du Rouet di Ludger Beerbaum salto ostacoli Equine Evolution stalloni tedeschi

stallone Chaman da Baloubet du Rouet di Ludger Beerbaum salto ostacoli Equine Evolution stalloni tedeschi

stallone Chaman da Baloubet du Rouet di Ludger Beerbaum salto ostacoli Equine Evolution stalloni tedeschi

stallone Chaman da Baloubet du Rouet di Ludger Beerbaum salto ostacoli Equine Evolution stalloni tedeschi

stallone Chaman da Baloubet du Rouet di Ludger Beerbaum salto ostacoli Equine Evolution stalloni tedeschi

stallone Chaman da Baloubet du Rouet di Ludger Beerbaum salto ostacoli Equine Evolution stalloni tedeschi

stallone Chaman da Baloubet du Rouet di Ludger Beerbaum salto ostacoli Equine Evolution stalloni tedeschi

stallone Chaman da Baloubet du Rouet di Ludger Beerbaum salto ostacoli Equine Evolution stalloni tedeschi

stallone Chaman da Baloubet du Rouet di Ludger Beerbaum salto ostacoli Equine Evolution stalloni tedeschi

stallone Chaman da Baloubet du Rouet di Ludger Beerbaum salto ostacoli Equine Evolution stalloni tedeschi

 

Dear Venica

Cara Venica, mi è piaciuto molto montare con te, anzi montarti, sei una cavalla fantastica che porta con se un’enorme bellezza e altrettanta bravura, di certo l’energia non ti manca visto che non stai ferma un attimo! Ma ti posso capire è tutto merito della cosiddetta “forza della gioventù”  vero?!

Durante questa lezione come avrete capito, ho montato una nuova cavalla del maneggio di nome appunto Venica, dal manto baio, passo e trotto molto classici e abbastanza comodi ma il galoppo è la cosa più bella che ha perché quando, all’angolo del campo sposti leggermente la gamba esterna indietro e fai pressione, il mondo prende tutta un’altra prospettiva. Vai e continui ad andare, tu e lei. Vorresti quasi abbandonare le redini e perderti in quel movimento che ti porta altrove con sé.

Una volta arrivata ai salti però mi sono resa conto di avere ancora molto da imparare e tempo per migliorare. La sentivo, sul salto non ero in grado di lasciarla abbastanza libera e di assecondarla. Mi piacerebbe poterla rimontare per avere una seconda possibilità, lei potrebbe aiutarmi a migliorare in questo! Essendo una cavalla in vendita, molto bella e brava, non so se avrò il tempo per allenarmi ancora insieme a lei. Incrociamo le dita e speriamo in un regalo di compleanno anticipato 😉

Durante la lezione ho imparato comunque molto ascoltando le spiegazioni del mio istruttore! Ad ogni lezione, grazie ai suoi consigli, mi sento sempre più vicina ad essere un tutt’uno con i cavalli. Anche se credo che lo diventerò interamente solo con il cavallo che sarà tutto mio! Ho ancora tempo per convincere i miei genitori, per ora il mio obiettivo è diventare indipendente per andare al maneggio! Sarebbe già un grande passo, visto che in questo modo potrei andarci tutti i giorni!

Cavalli

A lezione dopo due mesi

Non è colpa mia… Non è colpa di nessuno. Ma da un po’ di tempo a questa parte non sono riuscita ad andare a cavallo in modo regolare. L’altro giorno ho ripreso a montare dopo almeno due mesi di assenza dal maneggio. Appena arrivata non mancarono di certo le consuete domande per sapere come mai non sono andata, come sono stata durante l’assenza e cose del genere, non nascondo il fatto che non amo sentirmi in dovere di rispondere alle domande delle persone, anche solo domande di cortesia. Sembrerò scontrosa e poco socievole ^^ ma non penso di esserlo. È meglio continuare a descrivervi la prima lezione dopo due mesi di “nonsportizzamento” xD
Appena pulito e strigliato il bellissimo cavallo da Salto Ostacoli e Dressage che monto -Foxhound- gli metto sella e finimenti per finalmente salirgli in groppa e riscaldarlo per una nuova lezione insieme! Passo, trotto e galoppo hanno inaugurato la lezione con una fortissima sintonia che mi legava al cavallo, abbiamo iniziato con delle croci fino ad arrivare ai bei verticali che ti portano una sensazione di libertà, leggerezza e soprattutto soddisfazione! Una lezione meravigliosa e piena di emozione, almeno da parte mia ^^ la fine è stata coronata da una bellissima mini passeggiata intorno al maneggio per raffreddare i muscoli di Foxhound!
-Non mi ero mai accorta della bellezza di quel panorama…
I complimenti non mancarono, con mia grande anzi grandissima sorpresa mi dissero che sembrava mi fossi allenata il giorno prima e che non avessi mai smesso.. Che soddisfazione! Ora sono pronta a dare il meglio di me in ogni attimo che sono in sella!

20140713-232219-84139614.jpg

Voglia di salto

Sono cresciuta molto dagli ultimi post che ho pubblicato, è passato molto tempo e sia le mie passione che i miei interessi sono maturati con me lasciando spazio a nuovi sogni e desideri. Dopo aver letto queste parole la prima cosa che vi viene in mente è che voglio lasciare l’equitazione…. MA SIETE MATTI??? Non potrei mai farlo! Diventare una grande amazzone e avere un cavallo tutto mio restano sempre i miei sogni nel cassetto più forti e non abbandoneranno mai il mio cuore. Ogni volta che salgo in sella, non sono più io, sono un’altra persona. Anzi non sono nemmeno più una persona, sono un tutt’uno con il cavallo e mi sento forte e mi sembra di non avere punti deboli, come se il mondo intero fosse fatto solo per me e il cavallo che mi ha accompagnato nel corso di queste lezioni: Foxound. Quando monto un’altro cavallo, la storia cambia, mi sento debole e mi sembra di muovermi in un campo minato e devo capire su quale terreno muovermi. Ma mi basta poco per imparare in movimenti e il ragionamento di un cavallo, è come se glielo leggessi negli occhi. Se un cavallo salta glielo vedi in faccia e così via. Può sembrare strano da comprendere fino a fondo ma se una persona passa molto tempo con i cavalli ed è una grande osservatrice può farci caso. 

Oggi vi lascio con questa riflessione e con questo post, ma non vi abbandonerò ancora. Vi farò sapere come procedono le mie lezioni e come man mano si intensifica il mio rapporto con i cavalli. A presto amanti dell’equitazione!

Lezione…. Ho perso il conto

Oh andiamo! Non vi arrabbierete perché ho perso il conto delle lezioni? Direi che è pure normale dopo tutto quello che è successo durante la mia assenza! Beh ragazzi sono qui per parlarvi della mia ennesima lezione. L’ultima che ho fatto, proprio ieri per essere più precisi. Come sapete è molto che non tornavo in sella anche se non mi ci è voluto molto per riabituarmi al volo del salto. è un vero proprio sogno e ammetto che me ne ero dimenticata. Per questa lezione il mio insegnante, mi ha fatto cambiare cavallo e ho montato una cavallo nuova del maneggio, non molti, di quelli che conosco, l’hanno montata ma mi hanno sempre detto che era un vero e proprio tesoro, molto brava e che me ne sarei innamorata all’istante. Ma… per mia grossa sorpresa non fu così. Anzi direi quasi che è nata una rivalità tra me e quel cavallo. è vero, è brava come dicono ma credo di non starle simpatica, perché durante tutta la lezione non faceva che disobbedirmi, forse è stata colpa mia ma L’insegnante mi disse che non ero pronta per montare un cavallo di quel livello perché aveva bisogno di un cavaliere che correggesse i suoi difetti. Ci rimasi talmente male che l’ultimo esercizio che mi aspettava glielo feci alla perfezione, tanto che gli feci rimangiare tutto quello che mi aveva appena detto. Ora so di essere in grado di montarla, ho solo bisogno di un paio di speroni e il frustino alla mano. Non pensate male, non le farò niente ma, a quanto ho capito, anche solo la vista di quegli oggetti le fanno bene e svegliano un po’. Per il resto è perfetta e le gabbia le abbiamo eseguite alla perfezione.

Un nuovo inizio

Ciao a tutti ragazzi! Scusate l’ennesima terribile assenza, ma con tutti gli impegni di scuola e di un fidanzamento… *applausi* non ho avuto più il tempo di scrivere una virgola “,”. Ma tralasciando i vari disagi, ECCOMI tornanaaaa! E adesso non vi libererete tanto facilmente di me u.u

Sono tornata dicendovi  che dopo aver rilasciato il maneggio che tanto amavo per un problema famigliare, sono tornata più forte e in forma di prima!! Ho ripreso le lezioni che mi stanno facendo migliorare a vista d’occhio e questo mi fa sentire meglio!

Un salutone grosso e al prossimo post ^_^ 

Lezione 4

Finalmente la quarta lezione con Gianfilippo!!!
È stata veramente bella!! Siamo andati nel campo in erba, dove ci aspettavano tronchi a terra e salti da superare. Io non vedevo l’ora!!
Abbiamo cominciato con un riscaldamento facendo esercizi al passo e al trotto, poi siamo passati al cross country 😀
Abbiamo iniziato a saltare una serie di tronchi a terra, si è rivelato molto divertente, ma la mia vera passione è il salto ostacoli, che non poteva mancare in questa lezione!! 😀
Infatti subito dopo una sequenza di croci di 80cm e 90 cm mi aspettavano!! Che bello, mi sono sentita così libera e spensierata!! Tanto da convincere mio padre a fare lezione due volte a settimana!!
Gianfilippo mi ha già detto che sono pronta per le gare di 80cm!!
Oggi vi lascio con questo post e mi abbandono al riposo assoluto!! ^^

Sciogli le trecce a chi?

Non so voi, ma a me questo post, con la canzone mi fanno impazzire!! xD

Cuandos

C’è una canzone che sistematicamente mi viene in mente, perchè ha a che fare con i cavalli. In realtà il testo della canzone non è tutto dedicato ai cavalli, ma solo una parte, diciamo solo una riga. Solo alcune volte mi sono messa a pensare: ma perchè?

La canzone si intitola “Sciolgo le trecce ai cavalli” ed è di Umberto Balsamo.

Ora che l’ho cercata che ho copiato il testo e l’ho messo qui la domanda è sempre la stessa: ma perchè?

Però la canzone mi piace e se il suo scopo è quello di far ballare, che ben vengano i cavalli, anche se non si capisce perchè 🙂

View original post 242 altre parole

Lezione 3

Avevo… mal di testa, mal di pancia e un filo di febbre,

ma ci sono andata lo stesso!! Non avrei mai rinunciato a quei momenti a cavallo!!

Infatti è stata una lezione stupenda, ho montato un cavallo di 22 anni, che un tempo era un grande campione di salto ostacoli e dressage !! E si sentiva… bastava sfiorarlo per sentire la sua reazione, e si fletteva in modo incredibile!! Per non parlare del salto.. mi sembrava di volare!! .. Non mi sentivo degna di montarlo!! Ma è stato così bello!! 😀 Non avrei potuto farne a meno!!

DSCN2791

Io e Valeran 😀

Dopo la lezione mio padre mi diede un’agendina con una penna. Appena le ho viste, ho subito capito cosa ci avrei fatto!!

Ho deciso di appuntarmi i miei progressi!! 😀

Vi premetto che sono ancora alle prime armi e che cambiare maneggio non mi ha aiutata a migliorare come gli altri!! 😦 Ma sono contenta così, perché io ho fiducia in me!! 😀

AGENDA:

NOME: ginevra

INDIRIZZO:…

CITTà: roma

PASSIONE: equitazione

2012. 

MANEGGIO: B&B

INSEGNANTE: eleonora.

ALTEZZA OSTACOLI: min. 50cm max. 80cm

2013 SETTEMBRE

MANEGGIO: scuderie di baccanello

INSEGNANTE: gianfilippo

LEZIONE DI PROVA:

CAVALLO: squillo

ANDATURE: pass. trott. galop.

OSTACOLI: croce

ALTEZZA: 50cm

LEZIONE N° 1

CAVALLO: valeran

ANDATURE: pass. trott. galop.

OSTACOLI: croce, verticale

ALTEZZA: 50cm 60cm

LEZIONE N°2

CAVALLO: valeran

ANDATURE: pass. trott. galop.

OSTACOLI: crece, verticale

ALTEZZA:60cm 70cm

LEZIONE N°3

CAVALLO:

ANDATURE: pas. trott. galop.

OSTACOLI: croce, verticale

ALTEZZA: 60cm 70cm

P.S. Non ricordo come si chiama il cavallo che ho montato ieri, 😦 ha un nome complicato, come tutti i grandi cavalli!! Ma mi farò perdonare e la prossima volta lo saprò!! 😀

Oppes lascia il servizio

Cerimonia di saluti per il Tenente Colonnello Salvatore Oppeslunedì a Montelibretti. Per lui una lunga carriera in servizio attivo come Ufficiale dell’Esercito Italiano in cui è stato uno dei protagonisti dell’equitazione azzurra tra gli anni ’80 e ’90. Colonna portante della scuola di equitazione del CEM in qualità di Capo Reparto Agonistico Addestrativo, ha contribuito alla crescita agonistica dei suoi allievi raggiungendo importantissimi risultati, ultimo in termini di tempo la vittoria di Emiliano Portale nei Campionati Italiani Assoluti di Completo.

Una scelta definitiva

Ho deciso e non torno indietro!! Sono già un paio di lezioni che faccio nel nuovo maneggio, che per vostra informazione è quello dove papà fa le passeggiate, e… sono decisa a non cambiare più. Mi piace un sacco e mi sono già affezionata ai cavalli e al mio insegnante, che per la cronaca, è una vera forza della natura!! 😀

Ho ricominciato a saltare e questa volta non smetto giuro!!! 

Il mio insegnante (Gianfilippo) mi ha addirittura già parlato di gare future moolto recenti, e… a dire il vero non so se mi sento pronta è tanto che non monto e non voglio deludere nessuno, tanto meno lui, che crede molto in me!!

Poi ho scoperto una cosa bellissima: una mia amica che fa lezione con Gianfilippo, la prossima domenica gareggia al B&B (Country Club Cassia Antica) cioè il maneggio dove facevo lezione io!! Ed io andrò lì a fare il tifo per lei…!! WOOW non vedo l’ora.. anzi per adesso non vedo l’ora di tornare al maneggio!! 😛

Il campo all’aperto del maneggio “Le Scuderie di Baccanello”

I box del maneggio “Le Scuderie di Baccanello”